Il Servizio

“Euro o Italia?” – Tre analisi distinte ma un solo obiettivo: l’Italia

Tavola rotonda Euro o Italia @ Roma, 15 settembre 2015

La domanda era netta e chiara “Euro o Italia?”. Su questo tema si è sviluppato ieri l’incontro all’Hotel Turner di Roma e che ha dato vita a due ore serrate di interventi. Tutti e tre i relatori, Antonio Maria Rinaldi di Riscossa Italiana, Alfredo D’Attorre deputato del PD e Alessandro De Salvo di Rete MMT hanno scelto senza indugi l’Italia, partendo da tre analisi distinte. Il prof. Rinaldi è partito da un punto di vista storico, evidenziando come l’eurozona fin dalle sue origini abbia avuto una struttura politica ed economica insostenibile che negli anni ha alimentato pesanti squilibri tra gli Stati. Pertanto l’eurozona è destinata ad implodere e questo rende necessario prepararsi già da ora ad un dopo euro, avere cioè un piano “B”.

L’onorevole Alfredo D’Attorre ha motivato la scelta tra euro o Italia come improcrastinabile necessità sociale. Recuperare la sovranità monetaria significa restituire allo Stato la possibilità di fare scelte economiche e politiche a favore dei cittadini perché questa è la natura della politica. Non è più ammissibile che gli Stati debbano sottostare a follie macroeconomiche che hanno come obiettivo la stabilità dei prezzi in cambio di un alto tasso di disoccupazione.

Alessandro De Salvo – Rete MMT ha connotato l’Europa in termini molto netti, Bancocratica e Mercantilista. Se si comprende la reale natura dell’Unione Europea non si hanno molti dubbi sulla scelta da fare: non può esistere un futuro per la democrazia dentro le strutture e regole dell’euro. Rispetto alla posizione di Rinaldi e D’Attorre, per i quali l’uscita dall’euro sarà ad un certo punto inevitabile ma non può essere fatta unilateralmente, Alessandro De Salvo nell’esporre i Cinque Punti della Proposta Economica MMT per l’Italia, ha chiaramente spiegato come anche l’uscita unilaterale è assolutamente meglio della permanenza nell’euro e delle politiche di austerità.

Ieri, come ha ricordato la moderatrice dell’incontro Maria Consiglia Di Fonzo, abbiamo vissuto una giornata particolare: si parlava di MMT in Spagna dove Mosler era protagonista con gli attivisti spagnoli e si parlava di MMT a Roma in un confronto non scontato e necessario. Rete MMT era presente in entrambi gli appuntamenti.

Commenta