L'Editoriale

Quindici Agosto Millenovecentosettantuno: buon compleanno Moneta Moderna

Ci sono delle date che diventano importanti per i più solo dopo anni. Una di queste è sicuramente Il 15 agosto 1971, giorno in cui Nixon fece cessare il Gold Exchange Standard.

Non sappiamo quanti allora intuirono il cambiamento epocale né le potenzialità di quella decisione del Presidente americano. E anche oggi non sono in tanti a capirlo. Da quel giorno il dollaro americano non poteva più essere convertito in oro o in qualunque altra cosa e così le altre monete collegate al sistema del Gold Exchange Standard.

Significa che da quel momento il governo americano poteva emettere tanti dollari quanti riteneva utile ai propri obiettivi, giusti o ingiusti. E così l’Italia, la Francia e così via. Cadeva quel giorno il vincolo di creare (e spendere) una quantità di moneta che per quanto ingente era comunque vincolata e limitata alle riserve d’oro in possesso.

Nixon prese una decisione unilaterale. Sicuramente si consultò con allora presidente della Banca Centrale, ma fu una decisione politica. Difficile pensare che sia stato convocato nella casa estiva del presidente della FED per essere bacchettato come Draghi ha fatto con Renzi. Pensiamo proprio di no.

Commenta