Approfondimento

Commento ai dati macroeconomici dell’Italia – Dicembre 2019

Commento ai dati macroeconomici dell'Italia: dicembre 2019

Breve commento dei dati macroeconomici dell’Italia pubblicati dall’Istat.

Disoccupazione: il tasso di disoccupazione si è mantenuto stabile al 9,7% come nel mese di ottobre, in linea con la previsione del 9,8%. Da osservare come nel corso degli anni aumenta il numero di occupati e diminuisce il numero delle ore lavorate, elemento che evidenzia il peggioramento della precarietà del lavoro tra i nuovi occupati. Per la fascia dai 18 ai 24 anni il tasso di disoccupazione rimane drammaticamente al valore del 28,6%, in peggioramento rispetto al 28,2% registrato a ottobre.

Tasso di inflazione: la stima dell’incremento del tasso di inflazione anno su anno di dicembre è pari a +0,5%, mentre a novembre è stato pari allo 0,2%, confermando anche per questo mese la totale assenza di spinte inflazionistiche, ovvero l’assenza di una domanda interna. Il tasso di inflazione, inoltre, nella seconda parte del 2019 risulta dimezzato rispetto alla prima parte dell’anno. Questo elemento indica il persistere delle politiche di austerità e l’assenza di linee economiche indirizzate alla crescita e all’occupazione.

Bilancia dei pagamenti con l’estero: la bilancia dei pagamenti con l’estero ha registrato per il mese di novembre 2019 un saldo positivo pari a 4˙872 miliardi di euro, maggiore di quanto registrato nel corrispondente mese dell’anno precedente (pari a 3˙975 miliardi) ma inferiore all’atteso di 6˙106 miliardi. Il dato risente di una forte riduzione delle esportazioni rispetto al mese di ottobre. La politica economica italiana, allineata a quella tedesca perché finalizzata a incrementare le esportazioni congelando la domanda interna, si dimostra inaffidabile a garantire anche l’attuale tasso di occupazione, seppur precaria.

Commenta