L'Editoriale

Il Vajont, l’Euro e la rana bollita

Il Vajont, l'Euro e la rana bollita

Qual è la relazione tra il Vajont, l’Euro e la rana bollita? La morte annunciata.

Ma partiamo dall’inizio.

Qualche settimana fa sono passato per Longarone e, raggiunto “quel” punto, non ho potuto non guardare in alto e sentire un pugno nello stomaco. È stato come se tutti i duemila omicidi (perché ricordiamo che non è stata una disgrazia, ma un omicidio) avvenuti nel 1963 mi urlassero la loro ira, mi ricordassero che gli uomini non hanno ancora imparato la lezione. Quale lezione?

Una rana messa nell’acqua bollente fa un salto fuori misura, ma una rana messa nell’acqua fredda, di cui aumentate la temperatura un po’ alla volta, finirà per morire bollita.

È la stessa cosa che è successa con il Vajont: per anni le evidenze, le frane premonitrici, le relazioni geologiche, gli articoli e le proteste avevano annunciato la tragedia; eppure, oltre duemila persone hanno perso la vita. Non si trattava di sicuro di persone stupide! Anzi.

Ma l’essere umano soffre della sindrome della rana bollita: basta sottoporlo ad una sofferenza leggera, ma crescente, per farlo morire senza che lui se ne accorga. Chiudiamo il cerchio.

L’Euro, nella forma cinica in cui è stato concepito e attuato, ci sta uccidendo. Lo vediamo tutti, ne possiamo toccare le conseguenze, ne possiamo sentire gli effetti: disoccupazione imperante, emigrazione dei giovani, riduzione dei servizi alle famiglie, riduzione dei servizi ai giovani, riduzione delle assistenze sanitarie, distruzione del tessuto industriale, svendita del patrimonio a privati ed investitori esteri, minori tutele dei lavoratori, pensioni distrutte, nessuna visione del futuro.

Purtroppo, tutti questi effetti alzano la temperatura della nostra pentola di vita poco alla volta. Non ce ne accorgiamo e, peggio ancora, non facciamo nulla per abbassare la temperatura.

Quando sentite questa sensazione di disagio, ricordatevi del Vajont. E iniziate a fare qualcosa, prima che l’onda del cinismo finanziario uccida voi, i vostri cari ed il vostro Paese.

Commenta