Il Commento

Mike Norman sull’aumento dei tassi della Fed

Yellen-Norman

In due brevissimi post, pubblicati sul suo profilo Facebook rispettivamente poche ore prima e poco dopo l’annuncio della Federal Reserve USA della decisione di aumentare i tassi d’interesse, Mike Norman esprime i suoi pensieri in merito.

(la Redazione)


16/12/2015 ore 17:02

Oggi la Fed potrebbe decidere di aumentare i tassi d’interesse per la prima volta da nove anni a questa parte.

Personalmente, vorrei che la Fed semplicemente fissasse i tassi a zero, stabilmente, e lasciasse la regolamentazione dell’economia alla politica fiscale. Il tasso naturale d’interesse per una nazione che emette la valuta in regime di fluttuazione libera e i cui debiti sono totalmente denominati in tale valuta è zero.

Ad ogni modo, così la Fed dovrebbe semplicemente istituzionalizzare questo fatto. E quindi il Congresso, che ha il potere e l’autorità di “stampare moneta”, potrebbe decidere sui livelli di spesa ed investimento necessari per tenere l’economia dinamica, produttiva e a livello di piena occupazione. Questo è come farei andare le cose io.


16/12/2015 ore 20:39

I miei pensieri… Personalmente mi rattrista vedere che la politica di tassi a zero termina, perché non è stata interrotta per un buon motivo.

È stata interrotta perché la Fed credeva in una qualche idea distorta riguardo il fatto che loro dovessero “normalizzare” i tassi, mentre [al contrario di questa loro idea, NdT] il tasso d’interesse naturale È zero.

La leadership Fed, inclusa la Yellen e gli altri economisti che siedono al FOMC, di base hanno abboccato ad un’ignoranza di tipo PeterSchiffiano [Peter Schiff è un analista finanziario e broker di metalli preziosi, NdT], secondo cui i bassi tassi d’interesse causeranno inflazione anche quando non c’è assolutamente evidenza – empirica o di altro tipo – che suggerisca che questo avvenga. Loro pensavano addirittura che sarebbero stati “insostenibili” e di stimolo “eccessivo” quando, di nuovo, tutte le evidenze erano contrarie.

In aggiunta, le loro azioni e credenze vanno contro la REALTÀ costituita dal fatto che è la Fed stessa a fissare i prezzi. Come fanno a non saperlo?

Dopo sette anni di tassi di interesse a zero, i prezzi sono DIMINUITI, non aumentati, e questo esattamente perché la Fed tiene fermo il prezzo più importante – il prezzo di credito e moneta – a zero. Ora stanno aumentando i prezzi. Forse di poco, inizialmente, ma nondimeno, è un incremento del livello di prezzo. Osservate tutto il resto che consegue.

ADESSO potete probabilmente… finalmente… comprare oro e commodity.

 

Traduzione a cura di Daniele Basciu

Scarica il Pdf impaginato per la stampa!

Commenta