Il Servizio Multimedia

A Roma Pavlina Tcherneva parla di denaro pubblico per il bene pubblico

Pavlina Tcherneva ieri era a Roma in qualità di relatrice al convegno “Lavoro Garantito” insieme a Tania Scacchetti – segreteria nazionale CGIL e Stefano Fassina – Sinistra Italiana.

La conferenza è stata aperta da Chiara Zoccarato Promotrice dell’incontro

La relazione di Pavlina Tcherneva ha un titolo che esprime l’alto profilo della proposta

“Modern money and Job Guarantee – Public money dot public good” (Moneta moderna e il lavoro garantito: denaro pubblico per il bene pubblico )

L’economista statunitense ha spiegato lo stretto legame tra il Piano di Lavoro Transitorio e la moneta.

è un’idea tossica è che il denaro sia scarso. Il denaro è una realtà pubblica ed è un monopolio. La moneta è un bene pubblico per cui deve avere un obiettivo pubblico”.

Ha sottolineato inoltre l’anomalia dell’Unione Europea dove la Banca Centrale non può fornire moneta e garanzie agli Stati. La moneta è lo strumento con cui lo Stato può creare ricchezza e benessere, ma questo dipende da come lo Stato spende la moneta; il PLT è un buon modo di spendere perché sconfigge la disoccupazione. La piena occupazione è un diritto, è uno stabilizzatore della valuta e uno stabilizzatore economico anticiclico. L’economista statunitense ha illustrato le caratteristiche di un PLT e il caso reale del il Plan Jefès adottato dal governo argentino per far fronte alla dilagante disoccupazione a seguito della crisi del 2001. IL PLT è anche uno strumento che argina le cattive condizioni di lavoro in termini di salari e diritti

“La soluzione al lavoro cattivo privato è un buon lavoro pubblico non l’assenza del lavoro” ha detto Pavlina Tcherneva. “Non ci si può dire progressisti se si è conservatori economicamente”

Tania Scacchetti ha illustrato le caratteristiche del Piano del Lavoro della CGIL del 2013 che si pone l’obiettivo di ricostruire il sistema riproduttivo e sociale, distrutto dalla crisi, e di evidenziare il ruolo pubblico nel rilancio dell’occupazione.

Stefano Fassina ha evidenziato il valore del discorso dell’economista MMT

È evidente lo scarto che esiste tra le parole di sinistra che Pavlina Tcherneva proponeva e quello che la sinistra è oggi. La sinistra necessita di una riforma interna culturale e di ritornare alla piena e buona occupazione”

Il deputato di Sinistra Italiana ha parlato delle politiche europee andando dritto al nodo

“I Trattati europei generano disoccupazione. La nostra non è una crisi ma il funzionamento ordinario del sistema economico europeo. Dobbiamo cambiare strada, la moneta unica non funziona. Stiamo lavorando ad un Piano B e arrivare alla piena e buona occupazione”

Stefano Fassina ha parlato della necessità dell’intervento dello Stato nel rilancio dell’economia e di una difesa culturale alla retorica neoliberista che rimanda costantemente l’immagine della pubblica amministrazione come inefficiente e sprecona.

Il tour di Pavlina Tcherneva si è concluso ieri con l’iniziativa di Roma.

Noi di Rete MMT la ringraziamo di cuore per essersi spesa con entusiasmo e passione tra Madrid e Roma e per aver reso più potente la divulgazione della MMT intrecciando l’approfondimento economico con una visione sociale e democratica.

Le abbiamo chiesto la sue impressioni su queste giornate memorabili, eccole.

Commenta