Il Servizio

Alain Parguez: “Macron, Attali, Le Pen e gli attentati al momento giusto”

Alain Parguez sulla situazione francese

Alain Parguez, economista parigino, cofondatore con Graziani della Teoria del Circuito Monetario, ex consigliere del Presidente della Repubblica francese Mitterrand, ha visto il processo d’integrazione europeo dal suo interno, comprendendone fin da subito la vera natura.

Come referente economico di Rete MMT non solo ho dedicato a Parguez parte della mia tesi di laurea, ma nel corso degli anni ho stretto con lui un profondo rapporto di rispetto e amicizia. L’ho contattato per conoscere la sua opinione sulla situazione politica in Francia.


Alain, come vedi la situazione francese?

Parguez: « Destra estrema contro estrema destra.

Il famoso Macron è un personaggio enigmatico, strumento dell’oligarchia capitalistica che vuole distruggere lo Stato sociale.

Su Marine Le Pen sai già bene come la penso. »

Quali sono le prospettive Per il ballottaggio?

P: « L’esito del ballottaggio è scontato. Malgrado larga parte dei poveri voteranno la Le Pen, Macron vincerà perché avrà l’appoggio sia della destra ufficiale sia dei socialisti, mentre le persone di Sinistra come me semplicemente non andranno a votare.

Macron vincerà e calcherà la mano con l’austerità ancor più di quanto non sia già stato fatto distruggendo ciò che rimane di Stato sociale. Ciò mi auguro porterà le persone a radicalizzarsi politicamente, ma purtroppo sono tutti scoraggiati e non c’è nessuno capace di mobilitare sul piano intellettuale.

Vediamo il ritorno degli intellettuali di destra del dopoguerra che parlano di identità ecc, ma sono pessimista. »

Ci sarà quindi una reazione popolare ?

P: « Una reazione sicuramente, intellettuale non credo. E poi questi attentati miracolosi che intervengono al momento giusto… »

Cosa ne pensi?

P: « Provocazioni. È l’incendio del Reichstag. »

Ma quindi pensi sia stato l’ISIS o qualcun’altro?

P: « Guarda, sull’ISIS ci sarebbe da parlare molto. Molto, molto da parlare. Tutti gli squilibrati si reclamano dell’ISIS… alla fine è funzionale alla classe dirigente. »

Ma non sembrava un attentato casuale…

P: « Appunto, questo è il problema. »

Tu conosci molto bene Jacques Attali, è stato colui che ti coinvolto nel giro di Mitterrand in quegli anni. Che legami ha con Macron?

P: « Attali avrebbe voluto essere parte del progetto di Macron, ma per quanto ne so è in disgrazia, nonostante le foto che girano. »

Commenta