Il Commento

2017, l’attivismo MMT nell’anno della ripresa che non c’è

12 economisti per il tuo 2017 anti-austerità

Non è stato un anno facile per gli attivisti MMT e non lo saranno neanche i prossimi. Per i politici e per gli economisti da palco televisivo il 2017 è stato l’anno della ripresa economica anche se nella realtà non è così. La disoccupazione non cala e quella che vogliono far passare come ripresa economica è in realtà uno zero virgola di PIL a beneficio delle sole aziende esportatrici e non dei salari.

Purtroppo la maggior parte delle persone si sta abituando a vivere sotto assedio delle politiche di austerità, nonostante sia aumentata la consapevolezza degli effetti disastrosi delle politiche economiche dell’Eurozona. Ancora in tanti pensano che si possa impostare una politica di ripresa e di occupazione all’interno dei margini di flessibilità promessi dall’Unione Europea (e raramente concessi).

Non è facile dopo anni di austerità spiegare alle persone che non siamo predestinati ad un ineluttabile destino di pochi e precari posti di lavoro, salari al ribasso e servizi pubblici ridotti al lumicino. Non è facile ma ogni nostra azione va in quella direzione.

In questo 2017, l’attivismo MMT ha sostenuto il grande lavoro dei registi di PIIGS che hanno dimostrato che la democrazia può essere difesa in tanti modi, anche con un film.

La partecipazione alla conferenza internazionale MMT a Kansas City lo scorso settembre ci ha ricordato che tante altre persone nel mondo stanno portando avanti la nostra stessa missione: creare una cultura economica a favore della piena occupazione.

Aver conosciuto chi in Europa, negli USA o in Australia, si adopera per orientare le agende politiche a favore di una piena democrazia, colloca l’impegno degli attivisti italiani in un contesto più ampio e solido.

Siamo stati orgogliosi degli studenti che si sono maturati quest’anno con una tesina sulla MMT e auguriamo loro di diventare adulti informati e consapevoli. Ringraziamo quei professori che anche nel 2017 come l’anno precedente hanno organizzato gli incontri nelle scuole. Un ringraziamento speciale a chi esprime il suo attivismo anche nelle donazioni mensili che ci consentono di continuare a progettare nuove iniziative.

Il 2017 è stato anche l’anno della Carta di Madrid redatta insieme a Red MMT España; la conoscenza della MMT non è il mero studio teorico ma è lo strumento per realizzare una società in cui le politiche economiche sono il mezzo per il benessere della collettività.

È fondamentale che nel 2018 ognuno dia il proprio contributo personale all’attivismo MMT nelle modalità che sono più consone alle proprie capacità, attitudini e tempi. Insieme possiamo fare di più. Scrivete a info@retemmt.it

 

Buon 2018 da tutti noi di Rete MMT

Stefano Sanna Presidente di Rete MMT Italia

Commenta